Archivi categoria: Botta e risposta

Educare a cosa?

La pornografia “può decolpevolizzare la sessualità e svolgere un ruolo educativo.”

dalla relazione della americana “Commissione sulla Pornografia e sull’Oscenità”, 1972.

Dapprima sono divenuto un ardente appassionato della pornografia e l’ho considerata come un tipo di inclinazione; volevo vedere materiale di tipo sempre più violento, più esplicito e più descrittivo. Come per la droga, si conserva un’eccitazione insaziabile finché si raggiunge un punto in cui si supera l’ostacolo quando si chiede se il fatto di passare all’atto in quel momento vi darà qualcosa di più che leggere a guardarlo solamente compiere. […] Tutti i criminali sessuali che ho incontrato in prigione erano stati profondamente influenzati e condizionati dall’assuefazione alla pornografia “.

stralcio di intervista filmata di Ted Bundy, stupratore ed pluriomicida

Da Bastabugie

Solo cultura?

«Non esiste un modo di essere e di vivere che sia il migliore di tutti […] La famiglia di oggi non è né più né meno perfetta di quella di una volta: è diversa, perché le circostanze sono diverse» Émile Durkheim, sociologo, citato da Il Sole 24h

Scoperta in una grotta egiziana una sorta di “Natività” primitiva, vecchia di circa 5000 anni. «Sono stato sorpreso dall’incredibile somiglianza con la Natività cristiana», ha commentato il geologo Marco Morelli.

«nonostante alcune variazioni, vi è un modello di società naturale fondato sul coniugio fra un uomo e una donna che riveste universalmente la funzione di stabilizzare e tutelare gli scambi fra di essi, determinando l’assolvimento di compiti comuni, primi fra tutti quelli legati alla procreazione e all’educazione dei figli. Di qui il senso più profondo dell’affermazione dell’unicità della famiglia, da intendersi non già quale ostinata resistenza al cambiamento bensì come premessa al bene comune» G. Guzzo, La famiglia è una sola, Gondolin 2014